Installare Lightworks 15 su Ubuntu 17.10

Posted by MD     Category: Informatica

Salve, il programma di video editing Lightworks nel sito ufficiale ha due versioni: la 14 e la beta 15,
ora su ubuntu 17.10 per la 14 ci sono dei trick da fare per farlo funzionare e trovate varie guide googolando, mentre invece la versione 15 è studiata per ubuntu 18.04 e 18.10.
Provando da solo ho trovato questa soluzione che condivido con voi:
1) andare sul sito ufficiale https://www.lwks.com fare il login o registrarsi
2) scaricare la versione beta
3) aprire un terminale (ctrl + t) e scriverci
sudo apt-get install libcurl4-openssl-dev
dare invio e mettere la password anche se non si vede e di nuovo invio
4) dando per scontato che avete scaricato Lightworks-145RC4-105935-14.5.0.0.deb nella cartella Scaricati diamo nel terminale
cd Scaricati
dpkg-deb –extract Lightworks-145RC4-105935-14.5.0.0.deb estrazione-deb
dpkg-deb -e Lightworks-145RC4-105935-14.5.0.0.deb estrazione-deb/DEBIAN
5) NON CHIUDERE IL TERMINALE; ora andiamo con il file manager nella cartella Scaricati/estrazione-deb/DEBIAN e aprire il file controll,
ora andiamo a sostituire libcurl4 con libcurl4-openssl-dev
salviamo il file e chiudiamo
6) torniamo nel terminale già aperto e diamo
dpkg-deb -b estrazione-deb
sudo dpkg -i estrazione-deb.deb
7) ora nel menù principale di ubuntu cerchiamo e avviamo Lightworks
qua inseriamo i nostri dati di login come nel sito! #FINE

Buon editing video

 

Rinominare PDF in base ai dati tag del titolo

Posted by MD     Category: Informatica



Salve,
dopo vari tentativi vi presento un nuovo script per Nautilus (file manager presente nella maggior parte delle distribuzioni linux): consente di rinominare tutti i file PDF , all’interno della stessa cartella, in base al tag interno del titolo (per intenderci clic destro, proprietà, documento, titolo) ; molto utile in vari casi !!!
prima di tutto scaricate questo file:

spostare il file in
/home/VostroNome/.local/share/nautilus/scripts/
poi facendo clic destro sul file
andate su proprietà > permessi
e mettete la spunta su “Consentire l’esecuzione del file come programma”
Ora basta che selezionate il file o i file pdf che vi interessano e fare clic destro
script > rinomin-Porta-titolo-tag-in-nome.sh
NB: ATTENZIONE lo script rinomina tutti i PDF contenuti in quella cartella
NB: ATTENZIONE Se il file PDF non ha tag titolo il PDF verrà eliminato
Spero vi torni utile !!!

Ubuntu 17.10 far diventare l’interfaccia Gnome simile al vecchio Unity

Posted by MD     Category: Informatica





Ciao a tutti, dopo alcuni giorni di prova son riuscito a rendere la nuova interfaccia Gnome di Ubuntu 17.10 simile alla vecchia chiamata Unity
risultato finale
è’ molto semplice useremo le estensioni che la comunità Gnome offre:
1) installare le basi per gestire le estensioni:

sudo apt-get install gnome-tweak-tool chrome-gnome-shell dconf-editor

2) Aprire firefox e installare GNOME Shell integration plugin
3) installare le seguenti estenzione gnome shell (basta andare sulla barra a destra del nome estenzione e portarla su on)
a:Arc Menu by LinxGem33
Comodo Menù
b:Dynamic Battery by Exalm
c:Dynamic Panel Transparency by rockon999
d:Extend Panel Menu by julio641742
Menù separati musica
Menù separati utente
e:Panel OSD by jens
f:Transparent Notification by ipaq3870
Notifiche semitrasparenti
g:Unite by hardpixel
4)Per portare i pulsanti delle finistre a sinistra (chiudi,minimizza,massimizza)

gsettings set org.gnome.desktop.wm.preferences button-layout ‘close,maximize,minimize:menu’

5)Per minimizzare icona dalla barra laterale detta Dock,rifacendo click sull’icona

gsettings set org.gnome.shell.extensions.dash-to-dock click-action ‘minimize’

#####Guida in fase di ultimazione……tornate a visitare più avanti,vi lascio alle immagini#######


risultato finale


risultato finale


risultato finale


risultato finale

Visualizzare video mp4 in ubuntu 17.10 gnome+nvidia

Posted by MD     Category: Informatica





Salve a tutti,

dopo svariate ricerche sul web non ho trovato una soluzione funzionante per vedere i video mp4 con codifica H.264 su Video (programma di default Video, nome interno Totem).

L’audio MPEG-4 AAC si sentiva ma non si visualizzava il video!

Se infatti si apre un terminale e si scrive

totem nomevideo.mp4

ci ritroveremo un errore del genere:

libva error,driver_name=(null)

Questo capita soprattutto con chi ha la doppia scheda grafica in optimus intel + nvidia gestite da prime

Premessa: guida per chi ha ubuntu 17.10 (con nuova interfaccia gnome shell 3.26 e successive) e driver proprietari nvidia e quindi server grafico xorg

Risoluzione:

Apro un terminale (ctrl+alt+t) e copio e incollo le seguenti righe

rm ~/.cache/gstreamer-1.0/*

sudo apt-get install libde265-0 libgstreamer-plugins-bad1.0-dev libde265-dev libavcodec-dev libavformat-dev libdvdnav4 libdvdread4 gstreamer1.0-plugins-bad gstreamer1.0-plugins-ugly libdvd-pkg ubuntu-restricted-extras

sudo apt install vainfo vdpau-va-driver libvdpau-va-gl1

sudo chgrp video /dev/dri -R
sudo chmod 666 /dev/dri/*
sudo chmod 755 /dev/dri
sudo usermod -a -G video nomeutente

cambiare nomeutente con il vostro nome login
NB:in queste operazioni verrà elimina nvidia-libopencl1-384, accettare i cambiamenti quando richiesto

Ora NON aprite subito un video per vedere, dovete prima riavviare completamente il sistema!!

Una volta riaperto avrete i video mp4 visualizzabili 😉

 

Risolvere problema font microsoft su Ubuntu 17.10

Posted by MD     Category: Informatica





Il problema salta fuori come un aggiornamento non andato a buon fine denominato ttf-mscorefonts-installer ovverosia i fonts (caratteri) usati da Microsoft, conviene installarli per avere compatibilità su documenti World in Libre Office.
Tornando al problema ecco come risolvere al volo il problema senza lunghi trick:
Apriamo un terminale con ctrl+alt+t o cercandolo nel menù principale e fare il copia incolla di

sudo sed -i ‘s#http://downloads.sourceforge.net/corefonts#https://github.com/pushcx/corefonts/raw/master#g’ /usr/share/package-data-downloads/ttf-mscorefonts-installer
sudo /usr/lib/update-notifier/package-data-downloader

Ovviamente mettere la propria password quando richiesta anche se non si vede la digitazione della stessa!!
Semplice no?

Un saluto a tutti

Installare Adobe AIR in Ubuntu 17.04 a 64 bit

Posted by MD     Category: Informatica



Siccome mi serviva un programma fatto in AIR, ho dovuto ingegnarmi per trovare il modo di installarlo sulla versione 17.04 amd64.
prima di tutto vi serviranno le dipendenze necessarie installabili aprendo un terminale (ctrl+t) e copiandoci :

sudo apt-get install libgtk2.0-0:i386 libstdc++6:i386 libxml2:i386 libxslt1.1:i386 libcanberra-gtk-module:i386 gtk2-engines-murrine:i386 libqt4-qt3support:i386 libgnome-keyring0:i386 libnss-mdns:i386 libnss3:i386 libxaw7 libnss3:i386 libnss-mdns:i386 libxt6:i386 libnspr4:i386

Bene ora bisogna creare dei link simbolici per il corretto funzionamento:

sudo ln -s /usr/lib/i386-linux-gnu/libgnome-keyring.so.0 /usr/lib/libgnome-keyring.so.0
sudo ln -s /usr/lib/i386-linux-gnu/libgnome-keyring.so.0.2.0 /usr/lib/libgnome-keyring.so.0.2.0

Ora scarichiamo una parte del programma:

cd ~/Scaricati
wget http://airdownload.adobe.com/air/lin/download/2.6/AdobeAIRSDK.tbz2
sudo mkdir /opt/adobe-air-sdk
sudo tar jxf AdobeAIRSDK.tbz2 -C /opt/adobe-air-sdk

Scarichiamo l’SDK di AIR

wget https://aur.archlinux.org/cgit/aur.git/snapshot/adobe-air.tar.gz
sudo tar xvf adobe-air.tar.gz -C /opt/adobe-air-sdk
sudo chmod +x /opt/adobe-air-sdk/adobe-air/adobe-air

Ora siamo a posto, ora vi spiegherò come installare un qualsiasi programma con estenzione *.air
Ovviamente sostituite “NomePacchettoProgramma” e “NomeProgramma” in base alle vostre esigenze!!

sudo mkdir /opt/adobe-air-sdk/NomeProgramma
sudo cp NomePacchettoProgramma.air /opt/adobe-air-sdk/NomeProgramma/
sudo mkdir /tmp/air
sudo cp NomePacchettoProgramma.air /tmp/air
cd /tmp/air
unzip /tmp/air/NomePacchettoProgramma.air
sudo cp /tmp/air /opt/adobe-air-sdk/NomeProgramma

Ora creiamo un lanciatore per il menù principale (sostituire anche “NomeEseguibile” e “iconaProgramma”)
sudo su
cat << _EOF_ > /usr/share/applications/NomeProgramma.desktop
[Desktop Entry]
Encoding=UTF-8
Version=1.0
Type=Application
Exec=/opt/adobe-air-sdk/adobe-air/adobe-air /opt/adobe-air-sdk/NomeProgramma/NomeEseguibile.air
Icon=/opt/adobe-air-sdk/NomeProgramma/iconaProgramma.png
Terminal=false
Name=NomeProgramma
Comment= quello che vuoi
Categories=Application;Education;Development;ComputerScience;
MimeType=application/vnd.adobe.air-application-installer-package+zip
_EOF_

chmod +x /usr/share/applications/NomeProgramma.desktop

Ora basta che cerchi nel menù “NomeProgramma” e ti si avvierà
Probabilmente le impostazioni aggiuntive che creerà il programma le troverete in ~/.appdata/NomeProgramma

Alla prossima

Guida per installare e gestire tor su ubuntu 16.04 senza vidalia

Posted by MD     Category: Informatica




Salve, siccome ero abituato a vidalia, mi son dovuto ingegnare per gestire al meglio tor sulla nuova versione!

Ma procediamo con calma, prima di tutto installiamo tor,apriamo il terminale con ctrl+t:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

ora vi sia aprirà un editor di testo,copiare e incollare la seguente riga in fondo:

deb http://deb.torproject.org/torproject.org xenial main

salvate e chiudete l’editor. Sempre sul terminale dare:

gpg –keyserver keys.gnupg.net –recv 886DDD89 gpg –export A3C4F0F979CAA22CDBA8F512EE8CBC9E886DDD89 | sudo apt-key add – sudo apt-get update

sudo apt-get install deb.torproject.org-keyring

sudo apt-get update

sudo apt-get install tor

poi bisogna installare il proxy:

sudo apt-get install polipo

sudo gedit /etc/polipo/config

inserire:

### Basic configuration
### *******************

# Uncomment one of these if you want to allow remote clients to
# connect:

# proxyAddress = "::0"        # both IPv4 and IPv6
# proxyAddress = "0.0.0.0"    # IPv4 only

proxyAddress = "127.0.0.1"
proxyPort = 8118

# If you do that, you'll want to restrict the set of hosts allowed to
# connect:

# allowedClients = "127.0.0.1, 134.157.168.57"
# allowedClients = "127.0.0.1, 134.157.168.0/24"

allowedClients = 127.0.0.1
allowedPorts = 1-65535

# Uncomment this if you want your Polipo to identify itself by
# something else than the host name:

proxyName = "localhost"

# Uncomment this if there's only one user using this instance of Polipo:

cacheIsShared = false

# Uncomment this if you want to use a parent proxy:

# parentProxy = "squid.example.org:3128"

# Uncomment this if you want to use a parent SOCKS proxy:

socksParentProxy = "localhost:9050"
socksProxyType = socks5

Bene ora bisogna configurare:

sudo gedit /etc/default/tor

Andiamo a mettere al posto di RUN_DAEMON=”yes”

RUN_DAEMON=”no”

Ora per impedire l’avvio automatico dare:

sudo systemctl disable tor.service

sudo update-rc.d tor disable

sudo update-rc.d -f tor remove

Ora riavviate il vostro pc! Per gestire graficamente l’avvio di tor al posto di vidalia ho creato un piccolo programmino con gui scaricabile da qui

Mettetelo nella vostra home o dove volete l’importante e non spostarlo se si vuole che non venghino chieste password:

sudo gedit /etc/sudoers oppure  sudo visudo

in fondo inserire:

tuonome ALL= NOPASSWD: /home/tuonome/Tor-polipo.sh

Ecco adesso fare clic destro su Tor-polipo.sh nella vostra home, clic su proprietà,permessi  abilitare l’esecuzione!Per firefox vi consiglio di installare “Proxy selector”di Michele Pezza,per gestire il proxy facilmente ora andare sul plugin , gestisci proxy,aggiungi e copiare le seguenti configurazioni:



Buona navigazione in Tor 😉

Firefox 43 abilitare plugin disabilitati per firma non valida

Posted by MD     Category: Informatica




Salve,
con l’ultimo aggiornamento di firefox abbiamo notato che i componenti aggiuntivi non firmati non vengono attivati e non c’è un pulsante per abilitarli.
Vi trovere con il plugin bloccato e la scritta: “nomeplugin” non è verificato per l’utilizzo in firefox. Procedere con cautela.
Per ovviare a questo problema e continuare ad utilizzare i nostri vecchi componenti aggiuntivi (sepre che vi fidate di quelli non controllati dal team mozzilla), sulla barra degli indirizzi dovete scrivere:
about:config
poi pigiare invio, acconsentire (farò attenzione lo prometto)
ora nella barra di ricerca scrivere:
xpinstall.signatures.required
ora questo parametro di defaulti è “true
voi con un clic metterete “false
poi riavviare firefox e avrete i vostri componenti aggiuntivi funzionanti

Buon firefox 😛

Converti direttamente da firefox un link in PDF

Posted by MD     Category: Informatica



Salve oggi vi farò vedere come covertire una pagina che state visualizzando in firefox in pdf, diversamente dalle stampanti virtuali avremo una vera conversione, cioè ci troveremo un pdf editabile, con tanto di possibilità di fare copia e incolla dei testi scritti in esso.
Per prima cosa bisogna scaricare il mio script da qui: Scarica
Poi spostare il file dove meglio vi fa comodo (non dovrete più eliminarlo) e dargli i permessi di esecuzione (clic destro > proprietà > permessi)!
Ora tornare in firefox e scaricare il plugin che vi permetterà di richiamare il mio script all’occorrenza:
Scarica versione 5.4 (testata con firefox 29) oppure
Scarica ultima versione dal sito ufficiale ed installatela.
Sempre in firefox andate in: strumenti > componenti aggiuntivi > Open With; fare clic su Preferenze, una volta aperto, clic su aggiungi (in basso a destra),ora si aprirà una finestra dovre andremo a scegliere il mio script “convert-html-to-pdf” che avete scaricato prima!!
Poi chiudete i componenti aggiuntivi e se non vi è comparsa questa icona Icona estensione Open With fare clic destro sulla barra in alto di firefox (quella che contiene la barra degli indirizzi www) e clic su personalizza: spostare l’icona dove più ci aggrada!!
Per creare il pdf,della pagina (sito) che state visualizzando, basta fare clic sull icona e fare clic su “convert-html-to-pdf” e nella vostra Scrivania (desktop) trovere il pdf 😉
Questo sistema è molto utile e oltre a poter copiare il testo dai PDF creati il file generato pesa davvero poco (in base alle pagine che salverete è comunque più leggero delle pagine stampate da altri programmi per la stampa virtuale)

Buona giornata e alla prossima guida 😉

Se volete lasciarmi commenti,segnalare errori o critiche costruttive! : scrivete qua

Guida definitiva 2013 Hack del Kobo Glo

Posted by MD     Category: Informatica, Senza categoria



Salve a tutti oggi finalmente son riuscito a scrivervi questa guida cercando di essere più completo e semplice possibile!!
Per ogni trick ho creato un file quindi basta scaricarlo e poi seguire le istruzioni!!!

0_ aprire il kobo glo nuovo o dopo reset di fabbrica (hard-reset= premuto tasto luce più tasto avvio fin vedere luce rossa poi rilasciare e aspettare il ripristino)

1_ Inserire la usb al pc poi nel kobo scegliere di: a_configurare via pc se dopo punto 0_ oppure b_ fare connetti se il kobo è gia configurato (usato)

2_ fare una copia di backup del database, poi copiare il database con user sbloccato KoboReader.sqlite nella cartella /.kobo/KoboReader.sqlite PS:così facendo non avremo gli aggiornamenti automatici
Scarica

3_ rimozione sicura del kobo dal pc,e poi staccare il cavo usb!!

4_ ora vi chiederà se pubblicare o no su facebook (io ho messo no) PS: il firmware di fabbrica è il 2.1.2 del 31/08/2012

5_ Ora aggiorniamo il firmware del nostro kobo alla versione stabile “2013Release-2.8.1-AuraHomeScreen+tastieraMigliore”(del 15/07/13). Inseriamo la presa usb sul pc e sul Kobo fai clic su “connetti” (schermata che viene fuori in automatico”computer rilevato”).Poi copiare il file “KoboRoot.tgz” dentro il kobo cartella /.kobo (su ubuntu ctrl+h per vedere i file nascosti) PS: altri firmware li trovate in http://www.mobileread.com/forums/showthread.php?t=185660
scarica

6_ Non staccare ancora il Kobo ma copiare i dizionari che troverete nell’archivio compresso in /.kobo/dict/
rimuovere in sicurezza il kobo, ora vedrete che si aggiornerà (lasciatelo fare fin che si riavii)
scarica

7_ Reinserire la usb se volete che google NON tracci le vostre ricerche e letture. Copiare “KoboRoot.tgz” in /.kobo/
scollegare in sicurezza ed aspettare l’aggiornamento
scarica

8_ Reinserire la usb se volete aggiungere un utile menù che vi permetterà di avviare delle applicazioni in qt (scacchi,dama,blocco note, calcolatrice e altri).Copiare nelle directory principale “launcher.png” poi copiare “KoboRoot.tgz” in /.kobo/
scollegare in sicurezza ed aspettare l’aggiornamento.
scarica

9_ Reinserire la usb se volete aggiungere “kobotweaks-glo”.Copiare “KoboRoot.tgz” in /.kobo/
scollegare in sicurezza ed aspettare l’aggiornamento
scarica

10_ Reinserire la usb se volete aggiungere la funzione notte: invertirà alla pressione prolungata del tasto luce i colori sullo schermo e-ink (il bianco diventa nero e viceversa).Molto utile per la lettura al buio completo (si affaticano meno gli occhi) Copiare “KoboRoot.tgz” e “nightmode.ini”e”kobotweaks.ini” in /.kobo/
scarica

11_ Per gli smanettoni 😉 Abilitiamo il telnet via wi-fi:Copiare “KoboRoot.tgz” in /.kobo/.scollegare in sicurezza ed aspettare l’aggiornamento. Una volta riavviato colleghiamoci alla rete wi-fi poi dal pc in un terminale digitare “telnet ipKOBO”
per scoprire l’ ipKobo andare sul menù del kobo > impostazioni > informazioni sul dispositivo
scarica

NOTA-1: se invece volete sincronizzare la vostra libreria mondadori evitate i passaggi 1_ e 5_ dato che il kobo vi si aggiornerà via wi-fi

NOTA-2: se dopo aver aggiornato il kobo come nota 2 e volete bloccare la versione del firmware ed inpedire gli aggiornamenti e la sincronizzazione della libreria mondadori Reinserire la usb, copiare “KoboRoot.tgz” in /.kobo/ .Scollegare in sicurezza ed aspettare l’aggiornamento.
scarica

NOTA-3: Si può cambiare / modificare il logo mondadori in quello di default della Kobo: entrare in /.kobo/ e modificare il file “affiliate.conf” poi sostituire “Kobo” a “Mondadori” (affiliate=Kobo) si possono mettere anche altri tipo “affiliate=fnac”.

NOTA-4:Volendo si può aprire il kobo e sostituire la sd interna da 2 GB con un altra di maggiore capienza, a bre farò anche questa guida

NOTA-5: per gestire le librerie e aggiungere ebook al vostro kobo potete utilizzare il fantastico programma chiamato Calibre oppure utilizzare il software proprietario Kobo Desktop

Spero che questa guida avvicini più utenti possibili al mondo degli e-reader perchè ricordatevi che gli e-reader con schermo e-ink non affaticano e non danneggiano la vista, l’effetto visivo è come se leggessimo su carta senza però abbattere alberi e foreste!!

Buon hack a tutti!!

Se volete lasciarmi: commenti,segnalare errori,critiche costruttive! scrivete qua

Passa alla modalità mobile / Switch to our mobile site